5/6 Novembre 2016 – Bari Hi-End

  • Anche quest’anno, la scuola professionale shiatsu “panta rei” è presente alla venticinquesima edizione del Bari Hi-End, per offrire il suo contributo sul tema delle vibrazioni come nutrimento dell’essere, a livello fisico, mentale, spirituale.
  • Partendo dalla vibrazione del cibo fino a quella delle onde sonore, il maestro vito ancona condurrà i partecipanti a prendere consapevolezza che tutto nell’universo è vibrazione…

     

Il 5 e il 6 novembre al The Nicolaus Hotel Bari andrà in scena la 25^ edizione di Bari Hi End. Come ogni anno, Bari Hi-End offrirà ai visitatori un’esperienza a 360°: dalla possibilità di dialogare con gli operatori di settore dell’Altà Fedeltà a quella di entrare in contatto con le tipicità culinarie, continuando il percorso avviato nel 2014 sulle vibrazioni con i seminari “la via dell’essere” della Scuola di Shiatsu Panta Rei.

Tema della venticiquesima edizione: l’Audio Design, si indagheranno le sottili e invisibili percezioni che rendono concreto e raffinato il lavoro sull’arte e l’architettura legato all’Alta Fedeltà.

Dopo il successo di pubblico delle scorse edizioni e degli ospiti come Erika Mou, Eugenio Finardi e Mirko Signorile, in collaborazione con la rassegna Jazz Pugliese 2016-2017, l’ottava edizione a cura dell’associazione Nel Gioco del Jazz, ospiterà due appuntamenti del suo importante calendario proprio all’interno di Bari Hi-End. il primo di Gianluca Petrella e Giovanni Guidi con Louis Sclavis e Geral Cleaver che presenteranno un cd nuovo di zecca inciso per la prestigiosa etichetta ECM; il secondo vedrà impegnata una Big Band di giovani musicisti del Conservatorio di Bari.

ESPOSITORI

PIANO INTERRATO
» MPI Electronic [Sala 2]
» High Fidelity Italia [Sala 5]
» Epson [Sala 3]
» Synthesis Art in Music [Sala 6]
» Scuola Professionale Shiatsu Pantarei [Sala 7]
» TECHNE’ – KLIPSCH THX [Sala 4]

SPAZI STATICI
» AUDIOCLUB [Foyer]
» ABEAT RECORDS [Foyer]
» FONE’/AUDIOPHILE PROD. [Foyer]
» RED RECORDS [Foyer]
» AUDIO REVIEW [Foyer]
» DODICILUNE [Foyer]

PRIMO PIANO
Padiglione Cassiopea Food & Wine a cura de Le Emozioni del Gusto

SECONDO PIANO
» Audiogamma [Sala Pegaso]
» Audio Living Design [Sala Cigno]
» LP AUDIO [Sala Orione]
» Soundpusher Novaudio [Sala Auriga]
» HIFI Direct [Sala Andromeda]
» Audio Reference [Sala Perseo]

PROGRAMMA BARI HI-END 2016

Sabato 5 novembre

11.00 – 12.30
AREA SEMINARI -1
Workshop promosso dal Politecnico di Bari*

Francesco Martellotta DICAR
(30’) “Il controllo delle basse frequenze in ambienti di ascolto confinati”

Francesco Scagliola Conservatorio Nicolò Piccinni di Bari
(30’) “Low Fidelity & Hi-End”

Cristoforo Marzocca DEI Politecnico di Bari
(30’) “Amplificatori di classe D: pro/contro e simulazione dei sistemi”

*Si invitano le persone interessate alla partecipazione dei workshop a indicare la loro presenza al seguente indirizzo: acustica@poliba.it

12.00
Sala 2 MPI ELECTRONIC-1
GIULIO CESARE RICCI “DEMO CON DEGUSTAZIONE”

++++++pomeriggio+++++

17.00
AREA SEMINARI -1
Seminario a cura di Vito Ancona
“Timpano, martello, incudine, staffa: l’orecchio, l’artigiano dell’ascolto.”

Sala 7 PANTA REI -1
AEIOU: la vibrazione del suono delle vocali, esperienza pratica del cambiamento attraverso la vocalizzazione
(Orari disponibili presso la SALA 7)

18.00
Sala 2 MPI ELECTRONIC -1
GIULIO CESARE RICCI “DEMO CON DEGUSTAZIONE”

21.00
SALA EVENTI -1
Concerto “Soupstar” con Gianluca Petrella e Giovanni Guidi
Ticket: 15,00€*

*Per informazioni sui biglietti
Associazione Nel Gioco del Jazz
info@nelgiocodeljazz.it
tel 338 9031130 – 339 1376316
Prevendita: Centro Musica
Corso Vittorio Emanuele, 165 – Bari
080 5211777 Circuito on-line: www.liveticket.it

Domenica 6 novembre

10.30
AREA SEMINARI -1
“Alla scoperta dei profumi dell’olio extravergine di oliva pugliese” A cura dell’Associazione dei Frantoiani di Puglia
Intervengono:
Prof. Maria Lisa Clodoveo, Direttore dello Short Master – “Chef del futuro: gli ambasciatori della cultura dell’olio extra vergine d’oliva”
Dott.Alfredo Marasciulo, Capo Pannel riconosciuto dal MIPAAF
(degustazione)*
max 50 posti – su prenotazione a info@leonardoprocino.com

12.00
Sala 2 MPI ELECTRONIC -1
GIULIO CESARE RICCI “DEMO CON DEGUSTAZIONE”

++++++pomeriggio+++++

17.00
AREA SEMINARI -1
“La musica che cura”
Seminario a cura di Vito Ancona.

18.00
Sala 2 MPI ELECTRONIC -1
GIULIO CESARE RICCI “DEMO CON DEGUSTAZIONE”

20.00
SALA EVENTI -1
Big Band Conservatorio Bari
Concerto gratuito

Seminario: Il calore in terapia Shiatsu Stile Pantarei. Moxibustione e calore umano 24/25 settembre 2016

vito ancona shiatsu pantareiSeminario: Il calore in terapia Shiatsu – Stile Pantarei – moxibustione e calore umano

 

In questo seminario parlerò del calore, nella sua accezione più profonda, che evoca la percezione e la sensazione che proviamo quando qualcuno, attraverso uno sguardo, una parola, un gesto, una carezza, un abbraccio, un bacio, trasmette la sua presenza, creando una comunicazione profonda.

E’ il calore che una mamma trasmette al bimbo durante la gravidanza, nei primi mesi di vita attraverso l’allattamento e la cura quotidiana.
E’ tutto ciò che si sviluppa in un individuo quando vive passionalmente, manifestando la sua gioia di vivere in ogni cosa e in ogni dove.
E’ l’energia che sovrintende tutti i processi metabolici nella nutrizione cellulare. Le ultime scoperte scientifiche hanno dimostrato che la termoterapia ha una buona applicazione anche in alcune forme di tumore.
E’ la vibrazione che produce il magma, il sole o qualunque altra fonte come l’acqua termale o le mani di un terapista shiatsu quando crea il contatto con il ricevente.
Nella tradizione medica, come anche in quella popolare, si possono enumerare una serie di pratiche, per lo più antidolorifiche, che utilizzano fonti o strumenti di produzione di calore.
Un’altra pratica molto antica è quella della imposizione delle mani, che cedono e trasmettono calore, mettendo in movimento l’energia elettromagnetica di tutti i corpi viventi.

In questo seminario, approfondiremo lo studio dell’energia calore attraverso la comprensione del Principio originario dal quale emana. Questa energia, tramite un processo vibrazionale, nutre l’essere umano, il quale, a sua volta, è in grado di utilizzarla a scopo terapeutico.
Saranno utilizzate pratiche di respiro e di meditazione dinamica per la percezione e la trasmissione di questa energia.
Inoltre sarà approfondito lo studio della moxibustione, antica pratica orientale di trasmissione di calore, utilizzata per il trattamento di alcune problematiche come le cefalee, l’artrite, l’artrosi, l’amenorrea, i dolori della colonna vertebrale, la celiachia, le malattie del sangue ed altre problematiche.
Saranno elencati e discussi i benefici rivenienti dai bagni in vasca con uso di oli essenziali e sale marino integrale, dai pediluvi, dai bagni termali, dalla sauna, dal bagno turco, dal tepidarium, dall’utilizzo di piante officinali e da altre fonti di calore.

Altro elemento di studio sarà la classificazione degli alimenti in caldi, tiepidi, neutri, freschi, freddi, morti, per comprendere l’importanza dell’alimentazione nella produzione dell’energia calore e nella riproduzione cellulare.

Le pratiche di respiro e movimento, rivenienti da vie di ricerca come lo yoga, il tantra, il taoismo, e da pratiche come il qi gong e il tai qi, aiuteranno a percepire, a sentire e a comprendere che cos’è l’energia calore.

L’osservazione di sé porterà il partecipante a prendere consapevolezza dell’esistenza, nel proprio essere, del Fuoco dello Spirito/Entusiasmo, da cui ha origine l’energia calore, che, a sua volta, si auto-alimenta attraverso il Rispetto, la Considerazione, la Stima, il Bene, l’Amore.

Il seminario sarà tenuto dal maestro vito ancona e dall’ insegnante tonia cuoccio.

17 giugno 2017 – Seminario L’INFLUENZA DELLA FITOTERAPIA SULL’EPIGENETICA UMANA

Le opinioni su quanto siamo preprogrammati e quanto forgiati dall’ambiente non sono unanimi. L’epigenetica si è fatta strada per spiegare il divario fra natura ed educazione. Nel ventunesimo secolo l’epigenetica viene perlopiù definita come “lo studio delle modifiche ereditabili nella funzione del genoma che si verificano senza cambiamenti della sequenza di DNA”.
“La differenza fra genetica ed epigenetica può essere paragonata alla differenza che passa fra leggere e scrivere un libro. Una volta scritto il libro, il testo (i geni o le informazioni memorizzate nel DNA) sarà identico in tutte le copie distribuite al pubblico. Ogni lettore potrà tuttavia interpretare la trama in modo leggermente diverso, provare emozioni diverse e attendersi sviluppi diversi man mano che affronta i vari capitoli. Analogamente, l’epigenetica permette interpretazioni diverse di un modello fisso (il libro o il codice genetico) e può dare luogo a diverse letture, a seconda delle condizioni variabili con cui il modello viene interrogato”.
Nella lezione prevista cercheremo di spiegare la relazione delle piante medicinali con i cambiamenti epigenetici della popolazione. Stile di vita, stimoli ambientali, l’alimentazione, le terapie possono influenzare a tal punto la popolazione ad indurre un cambiamento genetico. Illustreremo che attraverso l’attività terapeutica di alcune piante si possono avere modificazioni atte a migliorare la qualità della vita ed a prevenire e forse risolvere molte patologie comuni.
Prenderemo in considerazione molte piante di uso comune di cui si descriverà l’attività farmacologica: aglio, aloe, biancospino, carciofo, cardo mariano, curcuma, fieno greco, gymnema, ginseng, karkadè, polline, rooibos, semi d’uva, thè verde. Inoltre verrà illustrato un lavoro di ricerca e sperimentazione clinica dal titolo: “Nuovo approccio metabolico per il controllo del peso”.

Relatore il prof. dott. Umberto Nardi docente di Botanica Farmaceutica e di Chimica delle Sostanze Naturali presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Coordinatore del Laboratorio di Ricerca sulle Biotecnologie della stessa Università. Docente di Fitoterapie e Fitocosmesi alla Scuola Internazionale di Medicina Estetica dell’Ospedale Fatebenefratelli di Roma. Docente di Chimica dei prodotti cosmetici al Master di Dermatologia dell’Università La Sapienza di Tor Vergata Roma.

orari: 16-20

costo: euro 50

per informazioni e prenotazioni, contattare il numero 3398147446 (Gabriella)

Ottava tappa del ciclo di conferenze agli orti sociali di Modugno

foto di Scuola Professionale Shiatsu Pantarei.
foto di Scuola Professionale Shiatsu Pantarei.
foto di Scuola Professionale Shiatsu Pantarei.
foto di Scuola Professionale Shiatsu Pantarei.
+8

Scuola Professionale Shiatsu Pantarei ha aggiunto 11 nuove foto.

Modugno 22 Maggio 2016
Si è conclusa, presso gli orti sociali progetto M.A.G.I.A. l’ottava tappa del ciclo di conferenze “La via dell’essere” organizzata dalla Scuola Professionale Pantarei, dalla Redazione “Venere chiama Marte… e siamo tutti sotto stress” e dalla Cooperativa “Said”, nell’ambito del progetto Magia.
Il pomeriggio è iniziato con una visita guidata presso la lama lamasinata alla riscoperta delle erbe fitoterapiche della nostra tradizione.
Presso l’orto c’è stata la conferenza sul tema “Energia dei sentimenti, emozioni, stati d’animo, e richiesta dei cibi specifici, tenuta dal maestro Vito Ancona, la serata è proseguita con la cena degustazione, organizzata e preparata dai soci della cooperativa said.
Un ringraziamento particolare a Gina Siena e alla cooperativa, per l’organizzazione della tappa.

Domenica 22 Maggio 2016 La via dell’essere a Modugno

Modugno, domenica 22 Maggio 2016, presso gli orti sociali progetto M.A.G.I.A./ c.da La Pigna. Con il Patrocinio del Comune
L’ottava tappa del ciclo di conferenze ” la via dell’Essere”, organizzato dalla scuola professionale Shiatsu Pantarei, dalla Redazione “Venere chiama marte… e siamo tutti sotto STRESS” di Enrica Colombo,e dalla Cooperativa Said, nell’ambito del progetto Magia.
h16:00 visita guidata nella lama lamasinata, alla scoperta delle erbe spontanee.
h17:00 conferenza ad ingresso libero sul tema ” Energia dei sentimenti, emozioni, stati d’animo e richiesta di cibi specifici. Relatore: maestro Vito Ancona
h20.00 cena degustazione su prenotazione, presso gli orti sociali

foto di Scuola Professionale Shiatsu Pantarei.

La via dell’essere a Bitetto

Con il patrocinio del Comune, si è svolta la settima tappa del ciclo di conferenze itineranti “la via dell’essere”, organizzata dalla Scuola Professionale Pantarei, dalla Redazione “Venere chiama Marte… e siamo tutti sotto stress” e dalla Cooperativa “Said”, nell’ambito del progetto Magia.  ha previsto una visita, guidata dall’Assessora alla Cultura, Prof.ssa Luisa Palmisano, nella Cattedrale, nel centro storico e nella Chiesa S.Maria la Veterana, per la valorizzazione del territorio, dei beni culturali e della storia della città. ha fatto seguito la conferenza sul tema “I bisogni biologici, i sentimenti e le emozioni”, nella quale il maestro Vito Ancona ha parlato del cibo più sottile di cui si nutre la cellula uomo, in particolare del Rispetto, della Considerazione, dell’Autostima, del Calore umano (inteso come Amore) e del Bene come bisogni biologici, collegandoli ai sentimenti e alle emozioni. ha aperto i lavori la Sindaca, Avv. Fiorenza Pascazio, che ha evidenziato l’importanza dell’iniziativa a livello sociale e culturale, a cui ha fatto seguito la presentazione degli Orti Sociali, che la cooperativa Said ha realizzato nel Comune di Modugno, illustrata dalla responsabile Gina Siena. la serata è proseguita con una cena degustazione presso il ristorante Madre Terra, che ha visto anche la partecipazione della Sindaca e del Dott. Piero De Renzio, referente tra gli organizzatori e l’amministrazione, al quale va un particolare ringraziamento.

I problemi del Fegato – Seminario 19/20 Marzo 2016

Platone indicava il fegato come un organo piatto, lucido, che consentiva la riflessione della luce necessaria ad ogni processo di immaginazione.

Nella cultura popolare, il fegato ha una serie di relazioni con l’essere umano, in particolare con il carattere e il comportamento, come si evince, per esempio, dal detto “quello sì che ha fegato”

Una relazione simile la troviamo presso le tribù degli indiani d’America, che mangiavano il fegato del loro nemico per inglobarne il coraggio.

Anche nella cultura araba e in quella persiana, il fegato è associato al coraggio.

Nel Talmud babilonese, il fegato è indicato come la sede della rabbia.

In medicina, sono note le infinite, oltre settecento, funzioni che il fegato svolge nel nostro organismo, ma non troviamo affatto riferimenti a relazioni con l’uomo, che, invece, si evincono da alcuni testi e scritti della Scuola Salernitana. E’ considerato l’unico organo in grado di rigenerarsi, di autoriprodursi. Questo livello di conoscenza è vecchio come il tempo, se consideriamo che, nella mitologia greca, Prometeo fu incatenato ad una roccia dagli dei, per punizione, ed ogni giorno un avvoltoio mangiava il suo fegato, che di notte si rigenerava.

Nella medicina tradizionale cinese, è collegato al sentimento della collera (0 rabbia) e al coraggio. E’ in relazione con gli occhi e con l’anima eterea, lo Hun. Nella nostra  cultura popolare, si dice che gli occhi sono lo specchio dell’anima, ci consentono, cioè, di vedere lo stato d’animo di una persona. E’ l’organo che garantisce il libero fluire dell’energia di tutti gli organi ed è legato alla capacità dell’individuo di intuire, vedere e pianificare la propria vita. Accumula il sangue e nutre i muscoli, i tendini e le unghie.

In realtà, il fegato è più che un organo, una ghiandola, uno specchio, è la fabbrica che mette in movimento la luce interiore, proveniente dal magma interno (1° Chakra) e zampillante dalla Barriera della Sorgente (punto localizzato a 4 dita sotto l’ombelico, in corrispondenza del 2° Chakra) – che io definisco il nostra grande Buco Nero – che, tramite l’Epifisi e l’Ipofisi, ghiandole endocrine ad esso collegate, illumina il cammino di ognuno di noi, consentendoci di vivere in piena consapevolezza.

E’ lo spirito dell’agire, in comunicazione con il nostro “occhio interiore”, il saggio che è in ognuno di noi

E’ lo spirito che guida l’essere sul suo cammino

E’ lo spirito che, attraverso la riflessione, illumina la Mente

E’ lo spirito che attiva l’entusiasmo e la passione per la vita

E’ il garante del Rispetto, uno dei 5 bisogni biologici dell’essere, nella sfera dei rapporti di interdipendenza tra gli esseri. Se veniamo mancati di rispetto, il fegato produce l’energia della collera, sentimento che ci viene in aiuto affinchè, tramite l’emozione (emovere=portare fuori), liberiamo e facciamo circolare l’Energia della Forza, che è in ognuno di noi e che produce il coraggio per vivere la vita.

Attraverso l’osservazione di sé e la capacità di vedere oltre il mondo fisico, ci permette di “comprendere” la conoscenza e di cogliere la saggezza che è in ognuno di noi.

segue…

 

Lunedì 7 marzo: Incontro aperto Corso base di Shiatsu – ore 17.30

Lo shiatsu è una pratica terapeutica che consente di risolvere problematiche e blocchi del corpo, riequilibrando l’energia del corpo/ mente.

Il corso di 1° e 2° livello si sviluppa nell’arco di 16 incontri della durata di 3 ore. Sono previste 50 ore di studio, con rilascio di attestato

Programma
– studio della postura e della centralità
– studio dei principi di trattamento:
pressione costante, perpendicolare e consapevole
– studio della respirazione
– pratiche di palpazione e trattamento delle aree del corpo
– studio di armonizzazione del corpo e autotrattamento
– trattamento di:
schiena, collo e cervicali, viso e testa, gambe, piedi e articolazioni

Le lezioni si terranno presso la sede della Scuola Professionale Pantarei

L’insegnante: Emanuele Caradonna