Vito Ancona, ricercatore

vito-ancona-shiatsu-panta-rei

Fondatore e responsabile della scuola, da anni offre, attraverso l’insegnamento, la sua esperienza di studio e di pratica maturata in “vie di ricerca” come il taoismo, il tantrismo e lo yoga, che hanno segnato profondamente le sue scelte di vita.

Nasce a Bitonto nel 1951 e, dopo gli studi classici, abbandona l’università perché attratto dalla cultura e dalla filosofia orientale, che lo avevano affascinato fin dai tempi del liceo.

Studia macrobiotica dal 1976, approfondendone i princìpi presso il Centro studi di medicina naturale di Burzet (Francia) con il  dottor Albert Nguyen. Avvia uno studio comparato tra la cultura macrobiotica giapponese, la dietetica cinese, la Dieta Mediterranea e la cultura tradizionale, riveniente principalmente da Ippocrate e dalla Scuola Salernitana, ed elabora una nuova Cultura dell’Alimentazione.

Nel 1980 apre un negozio di Erboristeria e di Macrobiotica, nella sua città natale, e diffonde la Cultura dell’Alimentazione e dei Rimedi Fitoterapici attraverso corsi e conferenze, sviluppando e sostenendo l’alimentazione naturale, biologica e biodinamica.

Nel 1982 intraprende lo studio della psicosomatica, con la ricercatrice Lucia Torri Cianci, con la quale collaborerà per un decennio, come docente,  e della medicina tradizionale cinese, frequentando in seguito la Scuola di agopuntura di Bologna (AIAB).

Nello stesso anno cura, con la supervisione del Prof. Menotti Giuseppe Acquaviva,  la pubblicazione del libro di agopuntura “Semeiotica e terapia nella medicina tradizionale cinese”, del Prof. Nguyen Van Nghi, magnifico uomo, ricercatore e studioso di cultura orientale e di medicina tradizionale cinese.

Conosce personalmente il Prof. Van Nghi, che invita a tenere una conferenza sulla Medicina Tradizionale Cinese e una serie di consultazioni su diversi soggetti affetti da problematiche gravi, nell’ambito della manifestazione organizzata in occasione dell’Anno Internazionale dell’Handicappato, nel 1981, patrocinata dal Comune di Bitonto, e ideata con il Prof. Acquaviva.

Segue, per diversi anni, il Prof. Van Nghi nei seminari che lo stesso tiene nelle scuole di Agopuntura che, in quegli anni, fioriscono in Italia grazie alla diffusione che il professore profondeva da Catania a Torino e in tutta europa.

Approfondisce  la conoscenza della cultura cinese attraverso corsi e seminari di “tai chi”,  di “qi gong” e di Meditazione Taoista”.

Nel 1984 avvia lo studio dello shiatsu, che lo porta  a conoscere il maestro Yuji Yahiro, allievo del maestro Masunaga e ispiratore e guida dello shiatsu in Italia e in Europa, con il quale intraprende anche il cammino dello yoga secondo gli insegnamenti del maestro Masahiro Oki, frequentando l‘Istituto di ricerca globale Oki Do di Colbordolo (PU).

Nel 1986 segue due corsi, a Bari-Palese e a Laces (Bz), di Iridologia con il dr. Sigfrid Rizzi, ricercatore geniale e uomo onorevole.

Approfondisce studi di cristalloterapia, chiromanzia, cartomanzia, radiestesia, campane tibetane, omeopatia, nell’ambito della ricerca sull’energia vibrazionale, che svilupperà negli anni a venire, e che saranno alla base di un nuovo stile personale nella terapia shiatsu.

Nel 1987 organizza, presso la Sala Consiliare del Comune di Bitonto, un programma mensile di eventi, tra i quali un Seminario teorico-pratico, di due giorni, sull’Agricoltura Biologica, tenuto dal ricercatore Bruno Moro, tra i primi pionieri in Italia. Successivamente, partecipa a riunioni,  per la costituzione del Co.pa.bi (coordinamento per l’agricoltura biologica in Puglia).

L’anno seguente, lascia il lavoro come dipendente comunale, dopo 12 anni di servizio presso il Comune di Bitonto.

Nel 1989 viene nominato dal maestro Yahiro responsabile della Scuola di meiso shiatsu di Bari, creata nell’ambito dell’associazione culturale “Panta Rei”.

Successivamente fonda, insieme ad altri studiosi, l‘Accademia di Meiso Shiatsu.

Tra metà anni ottanta e novanta, organizza e tiene, per ben due anni, conferenze all’interno dell’Expo Levante su cultura dell’alimentazione, fitoterapia, agricoltura biologica, invitando, tra gli altri, il dr. Umberto Nardi, docente di Botanica Farmaceutica e di Medicina Estetica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica di Roma.

Il viaggio in Giappone e gli anni di studio e di insegnamento nelle varie scuole di meiso shiatsu e nei campi “oki do yoga”, in Italia e all’estero, rafforzano la decisione di lasciare l’istituto di ricerca e l’accademia per dedicarsi alla ricerca e alla direzione della Scuola, con sede a Bari-Santo Spirito.

Da molti anni, nella stessa sede della Scuola, ha un suo centro di terapie naturali, coadiuvato dal suo assistente Emanuele Caradonna

Gli anni di ricerca e di pratica quotidiana lo portano a fondare lo “stile pantarei”,  dando vita ad  un nuovo e personale  metodo